Bonus zanzariere detrazione fiscale 50%: come funziona e quali sono i requisiti?

bonus zanzariere

Le zanzariere sono deducibili al 50% solo se hanno determianti requisiti, in particolare secondo l’Agenzia delle Entrate solo quando la zanzariera è considerata schermatura solare. Per raggiungere questo obiettivo, dovrai installare anche la vetrata esposta al sole. Se installi solo le zanzariere non avrai diritto alla detrazione.

Questo è il succo del discorso, ma l’argomento richiede di essere approfondito per capire se puoi usufruire o meno delle detrazioni previste.   

Se sei interessato al bonus zanzariere 2022, continua a leggere, in questo post ti spiego quali sono i requisiti per avere la detrazione fiscale del 50% sulle zanzariere, secondo le disposizioni dell’Agenzia delle Entrate. Vedrai che alla fine tutto ti sarà molto più chiaro.

Zanzariere detraibili al 50%, una valida soluzione per contrastare caldo e insetti

La stagione estiva è ormai iniziata ed ecco che gli armadietti della cucina si riempiono di piastrine e fornelletti elettrici per tenere lontano le zanzare dagli ambienti interni. Mentre in giardino è il momento di sfoggiare le candele alla citronella e posizionare gli zampironi. Esiste altresì una soluzione più ecologica per difenderci dagli attacchi delle zanzare e degli insetti in generale, le zanzariere! E’ per questo che ho deciso di scrivere questo post  sulla detrazione fiscale per le zanzariere anche nel 2022. La detrazione, infatti è un argomento che può complicarsi, se non affrontato correttamente. 

Se vuoi installare nuove zanzariere alle finestre o alle porte di casa, potresti aver sentito parlare del bonus zanzariere, ovvero la possibilità di usufruire di un agevolazione fiscale al 50% per le nuove zanzariere di casa tua. Questa detrazione fiscale del 50% ti consentirebbe di godere della detrazione fiscale sulle imposte di Irpef ( o Ires). 

Devo iniziare subito facendo alcune precisazioni: non tutte le zanzariere sono detraibili. Delle semplici zanzariere che rimuovi in inverno per esempio, non beneficiano della detrazione. Le zanzariere, infatti, devono soddisfare determinati requisiti che ora andremo insieme a vedere.

I requisiti per la detrazione

Bonus Zanzariere 2022: hai diritto alla detrazione fiscale del 50% sulle zanzariere che installi solo se soddisfano questi requisiti:

  1. Le zanzariere devono essere fisse, le zanzariere rimovibili non fanno parte della detrazione. 
  2. Gli schermi devono proteggere una superficie vetrata (portafinestra o finestra). Questo requisito viene rispettato se installi zanzariere a protezione di finestre e porte-finestre;
  3. Le zanzariere devono essere regolabili, cioè devono poter essere alzate o chiuse a seconda della presenza del sole. 
  4. Le zanzariere devono avere il marchio CE ;
  5. Le zanzariere dovrebbero essere considerate una schermatura solare. Per soddisfare questo requisito, il valore di Gtot tra zanzariera e finestra deve essere inferiore a 0,35. In breve, questo risultato si può ottenere solo se, insieme alla zanzariera, viene montato anche un vetrocamera di tipo D n. 4/16/4 dotato di gas argon. L’ultimo requisito, che è il limite Gtot, è stato introdotto dall’ENEA : in assenza di tale requisito il costo della zanzariera non è detraibile.

Ricorda: non puoi avere diritto alla detrazione se sostituisci solo i singoli componenti della zanzariera, ad esempio se sostituisci solo gli schermi.

Per beneficiare della detrazione è necessario installare anche nuove finestre. Quindi se installi solo le zanzariere non hai diritto alla detrazione.

Come funziona e chi può accedere al bonus zanzariere

A questo punto, probabilmente ti starai chiedendo quali immobili possono beneficiare della detrazione. La detrazione spetta per immobili di qualsiasi categoria catastale quali condomini, residence, bar, negozi, hotel, ristoranti o uffici. Sono comunque esclusi gli immobili in costruzione o situazioni simili come in corso di ampliamento, gli immobili devono già esistere.

Bonus Zanzariere: chi sono i beneficiari?

I soggetti che possono beneficiare della detrazione fiscale del 50% sono tutte le persone fisiche o giuridiche titolari dell’immobile a qualsiasi titolo. Ad esempio proprietari, affittuari, condomini (ad esempio nel caso di installazione di una zanzariera in un’area comune).

Come funziona

La detrazione è del 50% del costo di installazione della protezione solare. Tale rimborso IRPEF (o IRES se sei un’impresa) sarà suddiviso in 10 rate annuali. Ad esempio, se spendi 4.000 euro in zanzariere e finestre, avrai diritto a un rimborso di 2.000 euro in 10 rate da 200 euro all’anno.

Come ottenere il bonus zanzariere?

bonus zanzariere detrazione fiscale

Come dicevo prima, i consumatori privati ​​hanno diritto al rimborso IRPEF con la dichiarazione dei redditi, mentre le aziende hanno diritto al rimborso Ires . In entrambi i casi le fatture di acquisto devono essere conservate intestate alla ditta che esegue l’installazione di zanzariere e finestre e il trasferimento del familiare da un conto corrente intestato alla persona o azienda in questione.

Presentazione della documentazione ENEA per la detrazione fiscale di zanzariere e finestre

Per avere diritto alla detrazione fiscale è necessario inviare una comunicazione all’ENEA, ente nazionale che opera nel settore energetico e ambientale. La comunicazione deve essere inviata attraverso l’ apposita pagina di Ecobonus Enea entro 90 giorni dall’accettazione dei lavori (Agenzia delle Entrate, res. N. 244/E/2007). La prova può essere effettuata anche dall’impresa che ha eseguito i lavori. La dichiarazione di conformità rilasciata dall’azienda ed eseguita ai sensi del DM 37/08 vale anche come rapporto di prova.

Chi può inviare la comunicazione ENEA per la detrazione delle zanzariere?

La comunicazione ENEA per la detrazione fiscale di zanzariere e finestre può essere effettuata da:

  • Beneficiario della detrazione fiscale che ha pagato l’intervento (se sono presenti più beneficiari, ad esempio due coniugi comproprietari dell’immobile che hanno sostenuto entrambe le spese, la dichiarazione deve essere compilata da uno solo dei due)
  • Amministratore condominiale per interventi relativi alle parti condominiali, come le zanzariere installate nelle parti comuni;
  • Intermediario : le imprese qualificate che compilano la dichiarazione per conto dei soggetti sopra indicati e che offrono il servizio di invio di comunicazioni ENEA.

Se sei il beneficiario e desideri contattare tu stesso ENEA, devi prima registrarti sul sito https://ecobonus2020.enea.it cliccando sul pulsante di registrazione ed inserendo i dati che ti verranno richiesti.

  • Zanzariere detrazione fiscale: quali documenti conservare?
  • Nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate verifichi le zanzariere deducibili, vi consiglio di continuare a conservare a lungo termine i seguenti documenti :
  • Rapporto di prova e dichiarazione di conformità (spesso lo stesso documento);
  • Originale della comunicazione ENEA correttamente sottoscritto;
  • Ricezione della comunicazione ENEA (codice CPID che garantisce la corretta trasmissione della documentazione);
  • Fatture relative alle varie spese sostenute;
  • Ricevuta del bonifico parlante.

Detrazione fiscale relative al bonus zanzariere: conclusioni

Come abbiamo visto insieme, avere una detrazione fiscale del 50% sulla zanzariera non è proprio una cosa semplice. Questo perché le zanzariere possono essere considerate protezione solare solo sostituendo i serramenti (di tipo D, con doppio vetro 4/16/4 e con gas argon).

Tuttavia, se rientri in questa casistica non lasciarti sfuggire questa occasione di risparmio. Se hai già affrontato tutta la pratica, condividi con noi la tua esperienza. 

Ti invitiamo a seguirci su Facebook e Instagram per essere sempre aggiornato su tutte le novità e i consigli condominiali che pubblichiamo.

Inoltre, ti informiamo che siamo a tua completa disposizione per qualsiasi domanda sulla gestione del condominio di cui potresti aver bisogno.